I concorsi
Ho scelto un libro per...

Ecco alcune delle dediche proposte dai ragazzi che si sono classificati ai primi posti nel concorso "Ho scelto un libro per...", indetto dal Giralibro nel 1999/2000.



Dedica, per qualsiasi libro
Autore: Alberto Pelosio, SMS Ugo Foscolo, Roma
"Questo libro è dedicato a tutti i bambini soldato, ai bambini sotto i bombardamenti, ai bambini che vivono nella miseria e nella fame. È dedicato a loro che forse non sanno nemmeno scrivere, e non sanno cos'è un libro."


Dedica per il libro "Le lettere del sabato" di Irene Dische
Autore: Desirée, SMS Dante Alighieri, Aradeo (LE)
"Si può provare emozione nell'aspettare una lettera, se si è ebreo, in un mondo impazzito, nel quale solo il sogno di una lettera è reale, e serve per capire la fragilità delle illusioni. Ma spesso il mondo vive grazie alle illusioni. Leggi il libro, non è un'illusione."


Dedica per il libro "Mio nonno era un ciliegio" di Angela Nanetti
Autore: Alice Nizzero, SMS di Preganziol (TV)
"A nonna Ida
Conosco il caro nonno Umberto dai tuoi racconti. È un nonno straordinario, allegro e un po' matto che gioca con me e che mi dedica molto del suo tempo. L'ho incontrato in questo libro. Alice."


Dedica per il libro "Wally cresce, e suo papà pure"
Autore: Claudio Correddu, SMS Satta, Alghero
"A mio padre, perché io possa dimenticare che lui non è più accanto a me. Con le lacrime più affettuose, Claudio."


Dedica per il libro "Cuore" di Edmondo De Amicis
Autore: Valentina Evangelisti, SMS via Martiri Fosse Ardeatine, Patrica (FR)
"Caro papà, la figura su questa copertina mi ricorda i tuoi folti ricci, ma vorrei conoscerti meglio. Che bambino sei stato? Da ragazzo, a cosa pensavi? Per me, sei come questo libro che non sono mai riuscita a capire e non ho mai finito di leggere".


Dedica per il libro "Cristiana F. I ragazzi dello zoo di Berlino"
Autore: Alessandro Paolucci, SMS di via Bagnera, Roma
"A mio padre. Fatti una buona cultura, tuo figlio Ale."


Dedica per il libro "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry
Autore: Sara Foppiani, SMS Gonin, sez. di Coazze (TO)
"A un amico a me molto caro.
Se la piccola volpe aspetta l'amico dai capelli color del grano, tu non farlo, perché è già accanto a te."


Dedica per il libro "Il mio amico Harold" di Gary Paulsen
Autore: Francesco Ferretti, SMS Innocenzo da Imola, Imola (BO)
"Caro Franco, ti regalo questo libro perché leggendolo ho capito che, se ti avessi osservato meglio, avrei potuto scriverlo anch'io, Francesco."


Dedica per il libro "Cinema Lux" di Janine Teisson
Autore: Alessandra Feliciotti, SMS Medi, Porto Recanati (MC)
"Ad Andrea
Noi siamo i veri ciechi perché non riusciamo a vedere il tuo mondo e non sappiamo ciò che tu senti. A te le nostre voci, il nostro chiasso, perché sappi che noi ci siamo, siamo qui anche per stare insieme a te."


Dedica per il libro "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry
Autore: Rachele Artegiani, SMS Mameli, Deruta (PG)
"Al mio adorato papà, perché, leggendo questo libro, si ricordi del bambino che è stato; ti auguro veramente che tu possa far rivivere quel fanciullo nel tuo cuore, guardando alla vita con la speranza, lo stupore e la gioia di quel piccolo principe che vive in ognuno di noi."


Dedica per il libro "L'inventore di sogni" di Ian Mac Ewan
Autore: Valentina Fazzi, SMS Marconi, Ancona
"Per la mia cuginetta.
So che imparerai a sognare, spero che crescendo non smetterai mai..."


Dedica per il libro "Il mascheraio innocente" di Roberto Piumini
Autore: Marco Marano, SMS Egidi, Viterbo
"Alla mia professoressa, perché non esiste solo la scienza, ma anche la fantasia."


Dedica per il libro "L'ultimo giorno" di F. Roca e H.B. Kemoun
Autore: Mattia Macchiavelli, SMS Jussi, San Lazzaro di Savena (BO)
"Stai per cominciare a leggere. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero...Prendi la posizione più comoda: seduto, sdraiato, raggomitolato, crociato...sulla schiena, su un fianco, sulla pancia. In poltrona, sul divano, sulla sedia a dondolo, sulla sedia a sdraio, sul pouf, sull'amaca. Sul letto, naturalmente, o dietro il letto. Puoi anche metterti a testa in giù, in posizione yoga. Col libro capovolto, si capisce. Certo, la posizione ideale per leggere non si riesce a trovare... Bene, cosa aspetti? Distendi le gambe, allunga pure i piedi su un cuscino, sui braccioli del divano, sul tavolino da tè, sulla scrivania, sul pianoforte, sul mappamondo. Togliti le scarpe, prima. Se vuoi tenere i piedi sollevati; se no, rimettitele". Da "Se una notte d'inverno un viaggiatore" di Italo Calvino. È proprio il libro che fa per te, nonno. Buon settantatreesimo compleanno, il tuo nipotino Mattia."

Le altre scuole premiate

Scuola Media Cova Lanzoni di Faenza
Scuola Media Leonardo Da Vinci di Avellino
Scuola Media Vivaldi di Torino
Istituto Comprensivo Tartini - Scuola Media di Padova
Scuola Media Papini di S. Polo di Torrile
Scuola Media di Binago
Scuola Media di Santorso
Scuola Media Recagno di Cogoleto
Scuola Media Moro di Cernusco sul Naviglio
Scuola Media Magliano di Larino
Scuola Media Beato Angelico di Firenze
Istituto Comprensivo n. 6 - Scuola Media di Bologna
Scuola Media di Forlì Cesena
Scuola Media Leonardo Da Vinci di Fiuggi
Scuola Media S. Luigi di Bologna
Scuola Media Severi di Arezzo
Scuola Media Alighieri di Incisa Valdarno