I concorsi
Il libro giusto

Ecco i vincitori del concorso "Il libro giusto..." indetto dal Giralibro nell'anno scolastico 2004/2005.




Primi classificati

Angelica Pagani, III B, Scuola Media Falcone Borsellino, Monterenzio (BO)
I° libro: la saga di Harry Potter. A chi lo consiglierei? Sicuramente alla mia prof di italiano che lo odia profondamente; la spudorata inesistenza del congiuntivo secondo Hagrid non ostacola le affascinanti avventure di Harry.
II° libro: “Dopo l'11 settembre” della Fallaci. Questo sarebbe l'ideale per mia madre perché hanno gli stessi xenofobici pensieri.
Per mia sorella ho riservato uno stile completamente diverso: il libro tratto dal film “The dreamers”. Leggendolo entrerebbe inconsciamente in quel mondo dove regna incontrastata la trasgressione, quel mondo che le calzerebbe benissimo, il sogno più intimo e segreto di ogni post-adolescente.
IV° libro: “Il Profumo”, di Suskind. Questo è perfetto per i miei nonni: Avrei dovuto metterli in guardia. Quel putrido essere amorfo di Grenouille non poteva rimanere impassibile di fronte alla vostra dolce e affettuosa essenza.
V° e ultimo libro: Dizionario fondamentale della lingua italiana, più di 50000 lemmi. Destinato indubbiamente a mio padre. Non c'è bisogno di spiegazioni.

Athina Ferpozzi, III D, Istituto Comprensivo Franchi, Brescia
Questo libro è per Alessio, che non c'è più.
La leucemia se l'è portato via, qualche anno fa. Oscar, il piccolo protagonista di questo breve ma intenso romanzo (Oscar e la dama rosa), me lo ricorda tanto: è un ragazzino, come lui, è ricoverato in ospedale, è gravemente malato e sa che non gli resterà molto da vivere. Ogi giorno scrive una lettera a Dio fingendo che sia passato un decennio, così gli sembra di vivere più a lungo. Racconta le sue esperienze, le fantasie, le paure, il rapporto conflittuale con i genitori e l'amore innocente per Peggy Blue, una bambina ricoverata nello stesso istituto.
Alla fine Oscar muore. Proprio come Alessio, mio fratello. Se ne va portando via con sé i suoi pensieri, le sue incertezze, le sue speranze, che io non potrò mai conoscere. Leggere queste pagine me lo riporta, un po'.

Secondi classificati

Giulia Curone, I A, Istituto Comprensivo Baxilio, Castelnuovo Scrivia (AL)
Vorrei che qualcuno regalasse a me un libro di poesie che parli d'amore, di gioia, che mi faccia sorridere e pensare a cose belle perché sono stanca di notizie di guerre, di morti e di stragi. C'è qualcuno che vuole regalarmelo? Ho voglia di sognare la vita.

Bianca Galletti, III D, Istituto Comprensivo Ferrari, Molinella (BO)
Io ho appena letto “Lady” di Melvin Burgess, mi è piaciuto molto e lo consiglio a tutte le persone che si sentono sole, a quelle che in qualsiasi parte del mondo stanno soffrendo o hanno sofferto e a quelle che per qualche motivo si sono arrese e hanno smesso di lottare, perché questo libro secondo me spiega che non ci si deve sentire soli, che non bisogna mai arrendersi e soprattutto che qualsiasi forma di essere vivente uno sia, non è mai solo.

Terzo classificato

Elisa Calcina, II E, SMS Virgilio, Cremona
Non puoi ignorare quel libro. È troppo vicino a te per poter passare davanti a lui senza guardarlo. Ormai è troppo tardi. Lo hai già preso in mano e ti ha già avvolto con il suo profumo delle sue pagine nuove, ti ha attirato con la sua copertina liscia, raffigurante la Monna Lisa. Sarebbe stato maleducato da parte tua non degnare neanche di uno sguardo quella bella signora, che sta in posa da più di un secolo. È l'ultima copia. Non puoi rischiare di tornare e non trovarlo più. Compralo. Sorpassa i Libri Che Non Hai Mai Voluto Leggere, i Libri Che Hai letto Ma Che Non Hai Mai Capito, i Libri Che Vorresti Leggere, i Libri Che Non Hai, i Libri Che Hai Ma Non Hai Mai Letto e raggiungi la cassa. Brava, ora hai il Codice Da Vinci. Comincia a leggerlo, no, non così veloce, non rovinare il piacere con la fretta. Lascia che il libro ti pervada, che ti anneghi tra le parole. È emozionante, vero? Lo so, ti appassionano i personaggi. Robert Langdon, con la sua astuzia, Sophie Neveu e il suo segreto, così terribile da non poter essere sostenuto da una sola persona. Oh no, suona il telefono! Bravissima, lo hai staccato. Ora però chiudi il libro, devi uscire. Ehi, ho detto chiudi il libro, non puoi fare tutto con una mano sola! Ferma, attenta al pal…Ouch!!


Le altre scuole premiate

ICS Morelli e Salvati di Roccarainola (NA) con Ida Natale, I B
SMS Gobetti di Villarbasse (TO) con Mattia Cavazza, I N
ICS a Orientamento Musicale di Cologno Monzese (MI), con Laura Todisco
ICS Sigillo di Fossato di Vico (PG), con Ilenia Ceccarelli, I A
SMS Macherione di Giarre (CT) con Gabriele Patanè, I C
ICS Flli Mercantini di Fossombrone (PU) con Matteo Biagiotti, II E
SMS Cova Lanzoni di Faenza (RA) con Orlando Camelli
SMS Graziani di Bagnacavallo (RA) con Claudia Venturi, I C
SMS Ferrazzi di Cartigliano (VI) con Alice Bresolin, II B
SMS Vivaldi di Padova con Cristopher Reinhart, III C
SMS Santa Maria degli Angeli di Brescia, con Angela Facchini, II A
SMS Sabin di Redecesio di Segrate (MI) con Andrea Gualtieri, Francesco Marabotti, Mattia Pecchi