Ricerca avanzata
FABRIZIO ROCCHEGGIANINato a Roma, figlio del partigiano Alessandro Roccheggiani, vive da sempre nella sua città dove si è laureato in Legge.
LA BICICLETTA DI MIO PADREFabrizio nasce il 10 agosto 1942. I suoi primi tre anni di vita coincidono con gli anni della Seconda Guerra Mondiale e dalla sua carrozzina vede tutto ciò che la guerra mette in moto a Roma, la sua città: la fatica quotidiana di trovare del cibo, i suoi nonni che vivono nascosti, le famiglie degli ebrei costretti a fuggire, le riunioni di chi decide di entrare a far parte di gruppi resistenti. Il suo passeggino servirà addirittura a trasportare armi e volantini, che passeranno inosservati sotto gli occhi dei tedeschi, grazie al coraggio della sua mamma e all’innocenza di quel bambino. Fabrizio ricorda e racconta i bombardamenti, i rastrellamenti, le prime deportazioni, il papà partigiano e la Resistenza, l’eccidio delle Fosse Ardeatine, la Liberazione e la lenta ripresa del dopoguerra, quando finalmente comincia a respirare la libertà andando in bicicletta col suo papà. Tanto tempo dopo, quando ormai è diventato nonno, decide di raccontare questa sua storia e realizza una sorta di diario con foto d’epoca, disegni e ricordi.

Edizioni Lapis