Ricerca avanzata
LEO METERNato a Colonia nel 1911, fu scenografo, illustratore; arruolato a forza dalla Gestapo, morì nel 1944 a soli 35 anni, forse in combattimento o forse giustiziato perché‚ sparava in aria anziché‚ contro il nemico.
LETTERE A BARBARALeo, soldato tedesco in Ucraina nella primavera del 1943, scrive alla figlia Barbara e tiene vivo, con le sue parole, con i suoi racconti di verità e di fantasia, con i suoi disegnini, un legame d’affetto e di amore che la guerra non può comunque spezzare. E sua figlia, divenuta adulta, oggi è orgogliosa di lui, e di sapere che suo padre, se era obbligato a sparare, sparava in aria.

Einaudi Ragazzi